Chi siamo

Agricoltori da tre generazioni.

Chi Siamo

Da sempre la nostra passione per la terra si accompagna a uno sguardo rivolto al futuro.
L’azienda nasce negli anni ’50, quando Domenico Riboli realizzò il desiderio di una vita: creare un’attività a conduzione familiare al passo con i tempi, attenta all’ambiente e ai valori della tradizione.
Padre di sette figli, Domenico lasciò in eredità il suo lavoro, tra stalle e campi, e soprattutto il suo amore per la terra a uno di loro, Giovanni, che dagli anni Ottanta prese le redini di un’attività sempre più rivolta all’agricoltura.
Oggi i due figli di Giovanni, Francesco e Andrea, portano avanti con la stessa passione i valori dell’ecocompatibilità, rispetto per l’ambiente, valorizzazione del territorio e garanzia di un’alimentazione sana.

Qualità e amore per la terra

La nostra mission è riscoprire sapori antichi attraverso la continua ricerca di sementi dimenticate nel corso degli anni, a cui si affianca la selezione di nuove varietà per garantire un’alimentazione sana e genuina.
Ci avvaliamo di tecniche innovative nel pieno rispetto dell’ambiente e della valorizzazione del territorio. La nostra produzione è 100% made in Italy: tutte le materie prime utilizzate sono interamente prodotte nei terreni coltivati direttamente da noi.

TECNICHE AGRONOMICHE

Le lavorazioni agricole, eseguite con qualsiasi tipo di macchinario, intervengono sulle condizioni fisico-meccaniche del terreno e allo stesso tempo condizionano le proprietà chimiche e biologiche del suolo, influenzando i processi di degradazione della sostanza organica, l’assorbimento radicale e dei nutrienti, la stabilità della struttura del suolo e la circolazione di aria e acqua.

Una delle lavorazioni agricole più invasive per il suolo, come risaputo, è l’aratura. Per scelta, l’Azienda Agricola Riboli ha deciso di non utilizzarla apportando così diversi vantaggi ai propri terreni. L’eliminazione di tale tecnica crea infatti un aumento della porosità canalicolare grazie all’attività di microorganismi e radici, un aumento della sostanza organica, una maggiore capacità di infiltrazione dell’acqua, un minore scorrimento superficiale, un minore compattamento, una maggiore portanza del suolo e il sequestro di CO2 (anidride carbonica) atmosferica. L’obiettivo della nostra azienda è dunque quello di rendere più ecocompatibile ogni intervento sul suolo. Assumono quindi per noi un rilievo significativo quelle tecniche agronomiche che vanno sotto il nome di “conservative”, le quali, pur garantendo la formazione di un adeguato habitat per lo sviluppo della coltura, limitano l’impatto sul suolo e sull’ambiente. Le tecniche di lavorazione “conservative”, “minimum” e “zero tillage”, sono considerate un valido strumento per contenere le emissioni di GHG (gas ad effetto serra) e aumentare la capacità di sequestro del C (carbonio) dei suoli agricoli. Queste tecniche, rispetto all’aratura, riducono l’arieggiamento del terreno provocando una diminuzione del tasso di mineralizzazione della sostanza organica, delle perdite di carbonio sotto forma di CO2 e un conseguente aumento del C nei primi 30 cm di terreno specialmente quando al loro impiego corrisponde un adeguato apporto di carbonio organico sotto forma di residui colturali, concimi organici e colture di copertura. Inoltre, i vantaggi delle tecniche di lavorazione conservative si concretizzano anche in un minor impiego di energia per l’impianto delle colture, con conseguente riduzione delle emissioni inquinanti connesse al ridotto impiego delle trattrici. Grazie a tutto ciò, ad un’attenta e strategica rotazione delle colture e all’interramento dei residui, siamo riusciti a raggiungere un buon compromesso per rendere la nostra attività rispettosa dell’ambiente, obiettivo principale della nostra politica aziendale insieme alla realizzazione di prodotti di qualità.

IMPIANTO DI TRASFORMAZIONE

Il nostro impianto di lavorazione dei prodotti è totalmente realizzato in Italia. Infatti, piuttosto che acquistare i classici macchinari per lo più di produzione austriaca, abbiamo deciso di affidarci ad aziende italiane, che garantiscono il rispetto delle norme, in materia di sicurezza e igiene, vigenti nel nostro Paese. Inoltre, si sa, la qualità del vero made in Italy non ha paragoni, e proprio per questo volendo garantire tale livello anche a tutti i nostri clienti abbiamo compiuto attente ricerche.

La pulizia del prodotto

I semi vengono sottoposti a varie fasi di pulizia: la prima avviene al momento della mietitura, infatti il prodotto viene sottoposto ad una pre-pulitura prima di essere stoccato. In questa fase vengono eliminati eventuali residui di erbe infestanti, polvere e insetti per mezzo di un sistema di nuova generazione che divide i prodotti in base al peso specifico.
Successivamente, nel momento in cui il prodotto subisce la lavorazione finale, il nostro impianto prevede una griglia magnetica per intrappolare eventuali oggetti metallici o limatura, sfuggiti alla pre-pulitura e un ulteriore pulitore a crivelli permette la separazione in base alla forma e alla dimensione.
L’ultimo processo di pulizia non è previsto per tutti i nostri prodotti, e si chiama decorticatura.
Tale azione prevede il passaggio dei semi tra un rotore in pietra e uno in gomma, che ruotando provocano una frizione sul prodotto asportandone la parte più esterna. Tale processo, se ripetuto una seconda volta, provoca la perlatura del chicco.

La macinazione
Per offrire una farina di qualità, abbiamo scelto a nostro avviso la miglior macina presente sul mercato.
Le caratteristiche principali devono essere i bassi giri di rotazione per evitare di surriscaldare le farine a scapito della qualità, ma soprattutto il materiale delle pietre. Infatti il mercato offre molte macine a pietra, anche di piccole dimensioni da utilizzare in casa, ma che di fatto non risultano di vera pietra ma il risultato dell’unione di più materiali creati artificialmente.
La nostra macina invece è provvista di una vera pietra naturale come quelle utilizzate negli antichi mulini, con la differenza che è gestita elettronicamente per garantire un prodotto uniforme e di qualità.

Il confezionamento
Infine il prodotto viene direttamente confezionato attraverso un dosatore semiautomatico, che ci permette di creare confezioni da 500 gr, fino ai grandi formati da 25 kg.